sarde 0

SORGONO – Gli studenti cambiano realmente la scuola con l’AltraRiforma 11/30/12

Oggi, 30 novembre 2012, nel corso della prima seduta del Consiglio d’Istituto del “F.lli Costa Azara” di Sorgono (NU), i rappresentanti degli studenti sono riusciti a far inserire 5 Ordini ...


Oggi, 30 novembre 2012, nel corso della prima seduta del Consiglio d’Istituto del “F.lli Costa Azara” di Sorgono (NU), i rappresentanti degli studenti sono riusciti a far inserire 5 Ordini del Giorno dell’AltraRifoma all’interno del Regolamento di Istituto in maniera definitiva. Il 10 maggio del 2011 erano stati approvati per la prima volta in tutto il paese, ma, per ritardi non giustificabili e per una mancata discussione del Collegio dei Docenti nel merito, l’inserimento degli OdG nel Regolamento d’Istituto era sfumata col tempo. Dopo questa straordinaria giornata, che ha visto in mattinata una grande assemblea studentesca in vista della manifestazione regionale del 6 dicembre a Cagliari affianco ai lavoratori della Fiom, gli studenti avranno sul serio nuovi spazi di democrazia e protagonismo all’interno della scuola. Nel dettaglio le proposte accettate:

  • Commissione paritetica: nuovo organo collegiale che sarà sperimentato nei prossimi mesi in cui studenti e docenti, in egual numero, si confronteranno sulla redazione del P.O.F.
  • Referendum studentesco: consultazione degli studenti, in caso di parere discordante con il Consiglio d’Istituto e quindi vero strumento di democrazia partecipata per la componente studentesca.
  • Settimana della didattica alternativa: settimana da svolgersi in orario curricolare nella quale si sperimentino nuove forme di didattica come lettura di testi, la lezione dialogata, la tempesta di idee o brainstorming, la discussione tra studenti, la discussione insegnanti-studenti, l’istruzione programmata, l’uso di laboratori, il circole time, i giochi di ruolo, la scrittura creativa e le mappe concettuali.
  • Valutazione narrativa: metodo di valutazione che permetta allo studente di prendere maggior coscienza delle sue possibilità e delle sue carenze attraverso un confronto più diretto con il docente e quindi l’istituzione di incontri bimestrali, per fare in modo che la valutazione non si trasformi in sentenza. In questa ottica rientra anche un processo di autovalutazione da parte dello studente, volto a sviluppare maggiormente le capacità critiche degli studenti.
  • Statuto delle studentesse e degli studenti in stages: esso garantisce piena democrazia nei processi decisionali riguardanti la progettazione degli stages (che non dovrà avere barriere d’accesso derivanti dal profitto scolastico), formazione sui diritti dei lavoratori, confronti in itinere sullo stage, confronti studente-scuola-azienda. Non sono stati accettati gli articoli 9 e 11 sulla copertura dei costi e sui contributi pensionistici, ma pensiamo che in futuro verranno presi in considerazione. Resta comunque un passo fondamentale per garantire agli studenti il diritto di svolgere attività formative e non lavoro sotto sfruttamento.

Dopo le straordinarie mobilitazioni di questi due mesi, con cortei regionali a Cagliari che hanno raccolto migliaia di studenti sia il 12 ottobre che il 14 e 24 novembre, dopo l’ondata di occupazioni e autogestioni fin dagli ultimi giorni di ottobre, noi studenti riusciamo ad ottenere un cambiamento reale della nostra scuola. Non possiamo aspettare che piova una fantomatica manna dal cielo che cambi la scuola in meglio. Con forza abbiamo dimostrato che vogliamo prender parte delle decisioni, che vogliamo e possiamo portare dei piccoli-grandi miglioramenti nelle nostre scuole partendo dalle nostre idee. Nei prossimi mesi sperimenteremo finalmente tutte le idee che abbiamo messo in campo fin dall’autunno di due anni fa.

Ora non ci fermeremo più. La nostra vittoria non rimarrà isolata, è una certezza.

Uds Barbagia Mandrolisai

CAMBIA LA TUA SCUOLA DAL BASSO!
il vademecum delle battaglie per l’Altra-scuola
 

Open publication – Free publishing - More altrariforma

Leggi il Manifesto per la liberazione dei saperi

 


You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

close comment popup

Leave A Reply

Related Links

Partner Links