UdS Genova: in piazza contro il Terzo Valico

L’Unione degli Studenti Genova era in piazza il 20 aprile a fianco dei comitati No III valico.
Costruire il terzo valico significa garantire un cantiere aperto per i prossimi 10 anni in Val Polcevera, significa sventrare e deforestare una valle per costruire nuove strade, prosciugare falde acquifere e sollevare polveri di amianto per scavare 39 chilometri di gallerie.

Entro pochi giorni in Valpolcevera verranno aperti 19 cantieri, molte persone saranno costrette a lasciare le proprie case per far spazio al “progresso”, altre dovranno convivere per anni con rumore, inquinamento e polveri di AMIANTO senza ricevere ovviamente alcun indennizzo!
Continuano a farci credere che quest’opera valga il suo costo (6 miliardi e 200 milioni, più di quanto il nuovo governo preleverà agli italiani con i recenti tagli sulle pensioni), e che sia indispensabile per la crescità economica della città. In realtà non è altro che una colossale truffa completamente a carico dei cittadini, perpetrata per arricchire costruttori, banchieri, mafiosi e politicanti! Nessuno studio infatti ha provato la necessità di una nuova linea fra Liguria e Valle Padana; le linee attuali sono già cinque, utilizzate solo al 30% della loro reale capacità.

I dati dicono che nel nostro paese il 95% dei pendolari ferroviari utilizzano i treni su percorsi brevi, ma per questo genere di trasporto viene utilizzata una percentuale piccolissima degli investimenti (elettrificazione totale, doppi binari, linee parallele, locomotori nuovi, carrozze confortevoli e pulite, maggiore densità, orari rispettati, stazioni efficienti e non abbandonate o trasformate in supermercati). Tutti i finanziamenti vengono invece concentrati verso l’Alta Velocità che ha pochi passeggeri.
Come se non bastasse, la scuola Villa Sanguineti dovrà chiudere per lasciar posto agli scavi.

UNIONE DEGLI STUDENTI il sindacato studentesco Via IV Novembre 98, 00187, Roma Tel. 06/69770332 Fax 06/6783559

Related Links

Partner Links