cgd2 0

CGD – Necessità di una campagna contro stereotipi di genere 04/28/14

Le recenti polemiche in merito all’intervento di alcune Associazioni dei Genitori che hanno richiesto al Ministro Giannini di essere consultati in caso di assemblee di istituto su temi delicati (vedi ...


Le recenti polemiche in merito all’intervento di alcune Associazioni dei Genitori che hanno richiesto al Ministro Giannini di essere consultati in caso di assemblee di istituto su temi delicati (vedi il caso di Modena sull’assemblea LGBTQIA e le recenti polemiche) e di bloccare gli opuscoli promossi dall’UNAR per “educare alla diversità”, in quanto ritenuti carichi di una “ideologia di genere a senso unico”, ci consegnano l’immagine di una scuola che è spinta ad escludere e riproporre gli stereotipi della società odierna.
Riteniamo doveroso rigettare tali polemiche per promuovere una scuola laica, realmente inclusiva, una scuola nella quale tutte e tutti si sentano a proprio agio e nella quale sia garantito il libero spazio alla coscienza critica nella discussione dei temi sociali e dia garantita l’educazione all’affettività ed alla sessualità.

Sul tema riceviamo e pubblichiamo le posizioni di dissenso del CGD – Centro Genitori Democratici, con il quale intendiamo collaborare per far fronte a questa battaglia, non solo culturale, ma anche sostanziale per migliaia di studentesse e studenti.

In merito alla campagna promossa da alcune Associazione genitori contro una presunta “ideologia del gender” che avrebbe  - a loro avviso –  trovato origine da alcune pubblicazioni dell’UNAR ( Ufficio Nazionale contro le Discriminazioni) ,  il Coordinamento Genitori Democratici Nazionale ribadisce, come già rappresentato anche in sedi Istituzionali, il proprio dissenso.
Il CGD è convinto che sia obbligo dello Stato contrastare con forza ogni forma di razzismo e discriminazione e attuare politiche attive per costruire in Italia, come in tutta Europa, un clima di rispetto, accettazione, inclusione delle persone, in un quadro di democrazia avanzata.

Per questo il CGD sostiene, come dichiarato in molte circostanze, ogni modalità  di informazione e formazione utile alla prevenzione ed al contrasto di qualsiasi forma di violenza e discriminazione, con particolare attenzione ai fenomeni di bullismo a sfondo omofobico o transfobico, inaccettabili in una società che si ritenga civile e democratica.

Il CGD ritiene che i genitori, proprio nel rispetto dei propri diritti/obblighi educativi nei confronti dei propri figli, possano contribuire al lancio di una seria campagna informativa, in collaborazione con tutte le istituzioni scolastiche e le Associazioni interessate, per superare gli stereotipi di genere, per promuovere una vera cultura delle differenze e del rispetto, per rafforzare le basi di una società moderna e veramente inclusiva.
Per tutto questo  il CGD, nel rispetto dei propri principi statutari, sarà in prima fila per ogni iniziativa nelle scuole che contrasti emarginazione, isolamento, solitudine derivanti da ignoranza e da atteggiamenti lesivi della dignità e dei diritti delle persone in base al loro orientamento sessuale.

Roma 28 aprile 2014

CGD Nazionale


You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

close comment popup

Leave A Reply

Related Links

Partner Links