alternanza_primomaggio 0

STUDENTI IN ALTERNANZA OBBLIGATI A LAVORARE ANCHE IL PRIMO MAGGIO: AL VIA IL NOSTRO SPORTELLO S.O.S 04/30/18

NAPOLI. Primo Maggio festa per tutti i lavoratori, ma non per gli studenti coinvolti nei progetti di alternanza scuoIa-lavoro: la prima segnalazione viene dai ragazzi di una quarta della scuola ...


NAPOLI. Primo Maggio festa per tutti i lavoratori, ma non per gli studenti coinvolti nei progetti di alternanza scuoIa-lavoro: la prima segnalazione viene dai ragazzi di una quarta della scuola di Piazza Carlo III di Napoli che denunciano di essere costretti a lavorare come guide turistiche nell’edificio monumentale di Pio Monte della Misericordia anche nel giorno in cui si ricorda nel mondo la lotta per la riduzione della giornata lavorativa.

 

Arriva da Napoli la prima segnalazione di alternanza scuola-lavoro durante la giornata della festa dei lavoratori, costretti a lavorare il primo Maggio dalle 9 alle 17 presso l’edificio monumentale di Pio Monte della Misericordia, gli studenti e le studentesse si presenteranno sul luogo di lavoro con i cartelli #alternanzasfruttamento per denunciare la situazione inaccettabile e per astenersi dalle attività, appoggiandosi alla protesta di poche settimane fa del Vittorio Emanuele II, avviata dai ragazzi spediti a lavorare in F.A.I. durante le pause didattiche e puniti con sanzioni disciplinari per aver scioperato le attività di alternanza.

 

E’ inammissibile che le pause didattiche vengano riempite da ore obbligatorie di alternanza scuola-lavoro, negando agli studenti dei dignitosi tempi di vita ed ancora più grave è il fatto che si mandino a lavorare gli studenti durante una giornata in cui si ricorda la lotta per la riduzione della giornata lavorativa e in cui si denuncia lo sfruttamento sui luoghi di lavoro!

Quello di Napoli è solo un esempio, per questo da oggi parte lo sportello S.O.S Alternanza – Primo Maggio per raccogliere segnalazioni di sfruttamento da Nord a Sud del Paese, per astenerci dalle attività lavorative e per denunciare il furto del nostro tempo libero!


You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

close comment popup

Leave A Reply