pullman-viaggi-d-istruzione 0

Gite scolastiche a rischio per una circolare del Ministero dell’Istruzione 03/14/16

Una circolare del Ministero dell’Istruzione datata il 3 febbraio, con un allegato vademecum stilato dalla Polizia stradale, e diramata alle scuole dalla Direzione generale per lo studente del MIUR, assegna ...


Una circolare del Ministero dell’Istruzione datata il 3 febbraio, con un allegato vademecum stilato dalla Polizia stradale, e diramata alle scuole dalla Direzione generale per lo studente del MIUR, assegna ai Dirigenti Scolastici e soprattutto ai Docenti alcune funzioni di controllo in materia di sicurezza stradale durante le gite scolastiche che rischiano di compromettere la possibilità stessa di andare in gita.

La nota dice che i docenti nel corso del viaggio devono “verificare l’idoneità e la condotta del conducente e l’idoneità del veicolo”. Nel vademecum della polizia stradale si entra nel dettaglio, dicendo che i docenti devono: “prestare attenzione al fatto che il conducente non può assumere sostanze stupefacenti, psicotrope (psicofarmaci) né bevande alcoliche, neppure in modica quantità [...] egli non può fare uso di apparecchi radiotelefonici o usare cuffie sonore, salvo apparecchi a viva voce o dotati di auricolare. [...] che il conducente di un autobus deve rispettare il periodo di guida giornaliero, il periodo di guida settimanale e bisettimanale, fruire di pause giornaliere e di riposo giornaliero e settimanale [...]prestare attenzione alla velocità tenuta, che deve sempre essere adeguata alle caratteristiche e condizioni della strada, del traffico e ad ogni altra circostanza prevedibile (9), nonché entro i limiti prescritti dalla segnaletica e imposti agli autobus: 80 km/h fuori del centro abitato e 100 km/h in autostrada”. Infine “in maniera empirica si dovrà prestare attenzione alle caratteristiche costruttive, funzionali e ad alcuni importanti dispositivi di equipaggiamento: lusura dei pneumatici, lefficienza dei dispositivi visivi, di illuminazione, dei retrovisori”.

Crediamo che tali richieste che vengono fatte ai nostri docenti siano veramente fuori dai loro compiti. La sicurezza deve essere garantita dallo Stato, con controlli preventivi da parte di specialisti e tanto altro. Non può ricadere sulle singole scuole e sui singoli docenti. Il rischio è che molti docenti, a seguito di questa nota, si rifiutino di organizzare le gite scolastiche e i viaggi d’istruzione, non dando più agli studenti un’opportunità formativa e culturale così importante. Il Ministero dell’Istruzione dovrebbe ritirare questa circolare, valorizzare il lavoro dei docenti e garantire efficaci controlli. Vogliamo gite e viaggi d’istruzione sicuri, ma non pensiamo sia giusto che per raggiungere questo obiettivo si debbano sovraccaricare i nostri docenti di funzioni che non competono loro!


Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.