freeducation 0

5 Stelle tagliano stipendi per finanziare scuola pubblica, ora servono leggi nazionali! 03/20/18

A pochi giorni dal voto del 4 Marzo, il Movimento 5 stelle torna a parlare di scuola. Con il progetto “Facciamo Scuola” i consiglieri regionali del M5S di Liguria, Basilicata, ...


A pochi giorni dal voto del 4 Marzo, il Movimento 5 stelle torna a parlare di scuola. Con il progetto “Facciamo Scuola” i consiglieri regionali del M5S di Liguria, Basilicata, Puglia, Molise, Marche, Piemonte, Umbria, Veneto e Toscana, riducono i loro stipendi per finanziare la scuola pubblica.

Apprendiamo la notizia dell’iniziativa attivata dal M5S “Facciamo Scuola”, con un taglio agli stipendi di alcuni consiglieri regionali pari a 1 milione di euro, saranno finanziati progetti per la scuola pubblica statale per un massimo di 10.000. Un’iniziativa che deve far riflettere! Oggi è necessario che lo Stato torni a finanziare la scuola pubblica, non possiamo sperare solo nell’iniziativa dei singoli, per quanto lodevole.

Dopo anni di tagli, privatizzazioni, finanziamenti alle scuole private, speculazioni sulla scuola, è il momento di tornare a parlare di accesso all’istruzione. Nel nostro paese la dispersione scolastica è al 15%. Questo avviene a causa di una scuola definanziata, senza strumenti. L’azione dei consiglieri regionali a 5 Stelle deve diventare un obiettivo di Governo: promuovere politiche nazionali per finanziare la gratuità dell’istruzione!

I finanziamenti alla scuola pubblica non possono essere appannaggio di qualche “privato illuminato”, bene per questa iniziativa ma adesso servono interventi statali e un’assunzione di responsabilità collettiva. Partiamo da un obiettivo comune: l’abolizione della “Buona Scuola” di Renzi!”- Conclude l’Unione degli studenti -“Noi siamo pronti a tornare nelle piazze per costruire un’idea di scuola pubblica, gratuita e di qualità!


You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

close comment popup

Leave A Reply